sabato 13 giugno 2015

Composizioni dal giardino


Ed eccoci quasi all'estate,
 il caldo si è già fatto sentire e le giornate in giardino si fanno sempre più piacevoli. 
La casa nuova ed il giardino vissuto in ogni stagione mi hanno assorbito completamente. 
Me ne accorgo perché mi perdo in contemplazioni lunghe e silenziose, sul filo d'erba, sul germoglio e sui boccioli, sull'aria che profuma di neve, di pioggia, di acacia in fiore e ora profuma dei tigli ....ricordo di vacanze scolastiche.
Ho visto la neve ed il risveglio degli ellebori, il verde brillante di aprile virare nelle tonalità scure dell'estate, ho visto i semi nascere e donare una fioritura di Bocche di leone nei teneri colori pastello.
Ho fatto ghirlande per Pasqua.....


                                      ......e bouquet con fiori di stagione...in ogni stagione






usando tulipani e rose da giardino di ogni varietà ....Gioia, Michèle Meilland, Baccarà, Iceberg.....


si trovano ancora i Fiordalisi lungo i campi di orzo e grano......


ed in montagna i prati di maggio sono bellezza allo stato puro.
Non sò resistere ad un bouquet da viaggio.
Ogni fiore un giorno sereno, ogni bouquet una stagione.
Prossima tappa ....allestimento floreale della mia amicona Manuela per un matrimonio in settembre....


sabato 7 febbraio 2015

Sotto al gigante dormiente

Ed eccoci qui.
Primo Natale nella casa nuova, prima nevicata spettacolare.
Il nostro gigante buono è in attesa della primavera che verrà e anche noi ci prepariamo con tanti piccoli progetti in giardino. Intanto cominciamo con le semine e pensiamo al giardino che sarà e all'orto che vorremmo.
Il tempo è sempre poco, ma confido nell'ora legale per giardinare anche dopo cena nelle sere di primavera. Dopo un 2014 faticoso, pieno di imprevisti e cantieri, il giardino è più simile ad un campo di guerra. Cataste di legna qua, ferro di là, vecchi mobili da buttare tra alberi da frutto che chiedono pazienti di essere potati. E la terra è lì, smossa, piena di pietre o compattata, che attende di essere riportata alla fertilità iniziale, impoverita da tanta polvere, cemento e calpestio frenetico di chi fà lavori pesanti senza badare ad una povera Pimpinella che sorge schiva dietro al filare di rose.
Povero povero giardino.
Ma ricominciamo a piccoli passi, da piccoli gesti come piccoli sono i semi che trasmutano in magnifiche piante fiorite, o rosette d'insalata o in succosi pomodori.

 

 Adesso la mia bimba è una signorina, attiva, vispa ed intelligente e forse mi servono occhi nuovi per progettare il nuovo orto e le aiuole fiorite. Così mi sono affidata a lei per la scelta dei fiori, e sempre seguendo i suoi gusti le verdure per l'orto.
Abbiamo cominciato seminando Agerato, perchè Ilaria adora il blu, poi Nasturzi e Basilico che stanno bene insieme, ed infine gli Astri doppi. La Pimpinella ci guarda speranzosa dalla sua bustina sigillata e spero che la Blumen non mi tradisca come altre volte. Non avevo mai provato la pimpinella come erba aromatica ma mi ha entusiasmato nelle insalate, in cui sprigiona un sapore fresco simile al cetriolo da insalata ma più delicato. Tra poche settimane semineremo anche lei ma per ora tutto è coperto dalla neve, seminiere comprese.
Ci godiamo solo le foto dei bulbi che abbiamo piantato con deplorevole ritardo ma non ho resistito al metà prezzo!



Speriamo bene.
Per l'orto invece abbiamo scelto le sue verdure preferite: zucchine, carote, fagiolini, fagioli, ceci (che Madre Natura ci assista qui al nord) e proveremo i piselli, chissà se inizia a mangiarli dopo averli coltivati e raccolti.
Il compost è già stato rivoltato con grande gioia per le galline e gettato sul terreno che ospiterà insalata e cipollotti, la mia consociazione preferita.



Come sempre sono ansiosa, tanto da fare, da seminare e da progettare, aiuole e consociazioni, l'altalena lontana dalla Iceberg, le fragole vicine al basilico, il tagete che invade ogni filare, ce la farò? Mi farò aiutare un pò. Sicuramente Ilaria mi darà il suo sostegno con occhi nuovi e senza schemi, come dovrei fare anche io talvolta per non invecchiare troppo in fretta.
Questa è Ilaria.





Fiori dal feltro

Ho un difetto, è innegabile.
Quando si hanno tante passioni diverse si tende a spaziare da una all'altra con risultati spesso mediocri,
ma è il mio bisogno di nuovo, di mettermi alla prova, di creare e costruire qualcosa che mi spinge ogni volta a fare nuove esperienze. Da qui nascono le contaminazioni.
Il giardinaggio si intreccia con la cucina, la cucina con il cucito ed il ricamo, e per la proprietà transitiva il giardinaggio ed i fiori con il ricamo e cucito.
Così dopo aver visitato "Manualmente" al Lingotto fiere e seguito con la mia principessa ad una lezione/gioco su come infeltrire la lana......ecco il risultato su una saponetta


idea geniale per fare divertire i bambini.
La mamma qui presente in un guizzo di fantasia contaminatrice ha deciso allora di infeltrire un bel sasso, e qui Lilfish studios docet......ricamando con mano incerta, lo confesso e prometto migliorerò, rametti e fiorellini sintesi un un giardino roccioso,  o forse più muschio e licheni.
Comunque il risultato è questo.





giovedì 4 luglio 2013

Il mio orto per "miOrto 2013"

Il mio orto-giardino è un posto speciale, un posto del cuore. 
Nelle sere d'estate con la luce dell'ovest, calda e avvolgente, dopo una giornata di lavoro ci si rinfranca lo spirito solo guardando la distesa di fiori e verdura, che cresce insieme in sintonia. 
Borragine e zucchini, cipolle ed insalata "Gentilina", le zucche tra le rose Baccarà, e poi tagete, nasturzi e consolida che cresce in mezzo alle patate ratte. 

E' un orto-giardino-frutteto complicato e disordinato proprio come me.




               La consociazione tra la generosa insalata e la dolce cipolla di Tropea.....risultati sorprendenti!


Un recupero intelligente di una vecchia campana di vetro presa al Baloon per una graziosa serra invernale




I miei amati piccoli frutti.


Il mio orto è il ricordo d'infanzia tra le file di pomodori a legare e rincalzare con il nonno o con il papà, 
è il profumo del basilico e l'abbondanza dei fagiolini, è l'odore della terra calda nelle sere d'agosto. 


Il rumore dei ricordi è il fruscio del vento tra le foglie
all'ombra di una grande quercia. 


Il mio orto ed io siamo felici di partecipare a miOrto 2013 sul blog l'ortodimichelle.



Una passeggiata in montagna

La gita domenicale è l'unica occasione di rilassarsi e stare tutti insieme. Il lavoro ci porta ad essere sempre meno a casa e sempre più divisi. Allora non c'è niente di meglio di un bel pic-nic sulle montagne della Val Chiusella per far scoprire a mia figlia le bellezze della natura in tutti i suoi colori. 
Si parte dal blu-cielo dell' Echium vulgare con un bombo ghiotto che ci ronzava intorno e gli ultimi fiori di Phyteuma con cui si prepara la famosa zuppa di aiucche.




Poi la passeggiata riprende e l'aria frizzante stimola i sensi e ci colpisce il rosso brillante delle fragoline di bosco.....tante tantissime, profumate e golose.



Ci addentriamo nel bosco ed i colori sono il verde delle felci ed il marrone del sottobosco. Una rana si mimetizza tra le rocce e le foglie secche, mentre un ruscello gorgogliante crea l'atmosfera di un regno fatato



in cui preparare con foglie di castagno tre piattini di mirtilli selvatici per il pic nic nel bosco incantato. 



Non poteva mancare il nostro bouquet di fiori selvatici, qui il colore è decisamente il rosa accompagnato dal bianco screziato. 
Astrantia, lychnis, carote selvatiche, knautia, trifoglio, margherite......
La bellezza dei fiori di montagna è ineguagliabile, potrete coltivare la rosa più profumata, la calla più elegante o il garofano più vezzoso ma non avrete mai la grazia di questa composizione.......
tutto merito di Madre Natura.








sabato 8 giugno 2013

Orto e consociazioni


Bisogna dire che è davvero una strana primavera, siamo a pochi giorni dall'inizio dell'estate ma il tepore di aprile ce lo siamo perso per strada, in compenso abbiamo avuto così tanta acqua che nell'orto si potevano coltivare le trote.....mitica battuta girata su facebook.
Confesso che guardare le previsione 5-6 volte al giorno mi ha permesso di piantare qualcosa prima del diluvio e del freddo, il risultato in effetti è stato buono.




La cosa più interessante è la consociazione tra insalata e cipolle, già sperimentata con successo l'anno precedente. La concimazione con abbondante compost a marzo (vedi post precedente) e una dose aggiuntiva di letame, sicuramente hanno contribuito ma innegabilmente sembra che la vicinanza faccia bene ad entrambi. 
Ne ho avuto conferma cercando in internet le tabelle delle consociazioni orticole tra cui una molto simpatica e pratica che vi segnalo http://www.ilmioortonaturale.it/index_file/Page362.htm tratta da 
La consociazione e l'orto sinergico sono argomenti molto interessanti e utili per ottenere piante fiorite o verdure in salute senza l'utilizzo di prodotti chimici o concimi chimici. 
Importante scegliere 2 verdure che occupino strati di suolo differenti, ossia un vegetale da foglia e uno da radice, calcolando di raccogliere uno prima che il secondo lo soffochi.
Per allontanare gli insetti nocivi seminate qua e là il tagete, l'effetto è straordinario anche a livello estetico.
Guardate questo video sulla coltivazione sinergica : 
alla prossima!



Quanto ci aiutano i piccoli frutti?



Mirtillo: ricco di antiossidanti e vitamina B9, ottimo per la fragilità capillare, la vista e contro le infezioni delle vie urinarie, ha proprietà benefiche per i diabetici e riduce l’accumulo di grassi corporei

Ribes rosso: è depurativo, digestivo, diuretico, blando lassativo e tonico, per rinfrescare e tonificare la pelle del viso irritata e tendenzialmente secca.

Uva spina rosa: ricca di vitamina C, è un antiinfiammatorio naturale, ha azione diuretica, rimineralizzante, digestiva e decongestionante del fegato. Ottimo come impacco contro le malattie della pelle.

Lampone: ricco di vitamina C, acido folico e vitamina P e minerali, ha un buon potere antiinfiammatorio e diuretico; Per uso esterno, l'infuso preparato con le foglie, è consigliato per la cura delle emorroidi, i reumatismi e per sciacqui alla gola

 Mora: hanno proprietà depurative, diuretiche, antireumatiche e dissetanti; contribuiscono ad eliminare il colesterolo "cattivo" dal sangue. Ricco di acido folico.

Realizzato da:   Az. Agr. Riva Daniela – Orio C.se